lunedì 12 marzo 2012

coming never.





Se ne parla da un giorno. E la colpa è di questa bella, bellissima locandina che vedete qui a sinistra (siamo nella settimana dei post sui manifesti, eh?). Ma Walt, film di Ron Howard con Ryan Gosling nel ruolo di Walt Disney presto sugli schermi, non esiste.
Pascal Witaszek, artista francese ideatore incallito di manifesti fake, invece di lanciare su Twitter un cinguettio sull'assurdo fatto che nessuno abbia mai pensato di scrivere e dirigere un biopic sul più famoso cartoonist del mondo, produttore di 655 titoli tra documentari, corti, lungometraggi, film d'animazione, vincitore, tra l'altro, di ben 22 premi Oscar su 61 nominations, regista solo ed esclusivamente di cortometraggi, s'è messo d'impegno e s'è inventato una produzione intera, dei crediti, una tagline e un titolo e ha scelto come attore protagonista il ragazzo del momento, tra interpretazioni e premi e addominali (che visto così di profilo non ci starebbe affatto male), e come regista un uomo che fu celebre da giovane (per il suo bizzarro ruolo in Happy Days) e che adesso sta lasciando la celebrità alla figlia (Bryce Dallas, una delle co-protagoniste di The Help e di 50/50), che ha passato momenti d'oro con A Beautiful Mind e Cinderella Man ma che ha perso credibilità e consensi con Il Codice Da Vinci, Angeli E Demoni e, soprattutto, Il Dilemma. Ron Howard però sta effettivamente lavorando ad un biopic, quello sul campione di Formula 1 Niki Lauda che sarà interpretato da Daniel Brühl e avrà nel cast, tra gli altri, Olivia Wilde e Chris Hemsworth, e si chiamerà Rush, ed è programmato per il 2013. A questo Walt, alcuni siti ci hanno creduto, alcuni ci hanno sperato, il pubblico ha lasciato commenti, in giro per il web, della serie "ho sputato il caffè che stavo bevendo". La locandina ha fatto il giro del mondo ed è andata a bussare ad Hollywood. Adesso, cosa succederà, lo scopriremo solo vivendo, ma effettivamente un bel filmone su Walt Disney prodotto da Walt Disney ci sarebbe piaciuto di più di War Horse, quest'anno.
Walt è morto nel 1966, suo fratello Roy nel 2009. L'ultima cosa di casa Disney che c'è giunta è il corto animato Destino, candidato all'Oscar nel 2004, scritto e disegnato in parte da Salvador Dalì. Pascal Witaszek un sito ufficiale non ce l'ha, e prima di quest'apparizione mondiale non aveva fatto mai parlare di sé. Di certo, da ieri, è una celebrità.
(Dettaglio di cui non parlerà nessuno: nell'elenco degli interpreti tra i crediti ai piedi del poster ci sono anche Michelle Williams e Ewan McGregor tra gli attori e, a sorpresa, il nostro Pierfrancesco Favino. Perché ai francesi, Placido ce lo ricorda sempre, Romanzo Criminale è piaciuto molto.)

Nessun commento:

Posta un commento